U’ scescille: le polpette cacio e uovo fanno impazzire i turisti

U’ scescille: le polpette cacio e uovo fanno impazzire i turisti

I piatti tipici della tradizione culinaria termolese sono eccezionali nella loro semplicità. Alla base delle ricette ci sono ingredienti come pesce fresco e materie prime genuine, tipiche della cucina mediterranea: pomodoro, basilico, peperoni, olio di oliva, cipolla, aglio e sedano. 

 Quella termolese è una cucina sostanzialmente popolare, fatta di pochi ingredienti ben combinati tra loro, con sapori e odori che prevalgono sull’elaborazione dei piatti. Oggi vi proponiamo la ricetta tradizionale del piatto tipico che fa impazzire i turisti in visita a Termoli: u’ scescill.

 

U’ scescille, ecco il segreto della ricetta termolese

fonte: www.pixelicious.it

Le polpette alla termolese ricordano molto le più note “cacio e ovo”, ma la particolarità della nostra versione sta nella cottura delle polpette (non fritte), nella forma (ovali e non tonde) e nel sugo. Questo piatto un tempo veniva servito come accompagnamento alle zuppe di pesce, ma data la ricchezza degli ingredienti, si presta ad essere servito anche come piatto unico.

 

Gli ingredienti per 12 polpette “scescille”

Una dozzina di polpette possono soddisfare, a seconda che si tratti di un antipasto e di un piatto unico, da 2 a 4 persone. Vi occorreranno:

  • 3 uova;
  • 180 gr di pecorino;
  • 130 gr di mollica di pane raffermo;
  • prezzemolo;
  • cipolla;
  • 250gr di pomodoro;
  • peperoni;
  • sale;
  • pepe;
  • basilico.

 

Come preparare un ottimo “scescille”

La preparazione de u’ scescille si può dividere in tre fasi:

  1. Iniziate preparando il sugo in cui verranno cotte le polpette. In un tegame capiente mettete l’olio senza lesinare nelle quantità, tagliate la cipolla e lasciatela soffriggere fin quando non avrà assunto un aspetto dorato. Aggiungete i pomodori, i peperoni, sale e pepe, e lasciate cuocere il tutto per 30 minuti. Il sugo dovrà essere “lento”, ovvero non troppo denso, quindi se necessario aggiungete acqua durante la cottura;

  2.  Mentre il sugo cuoce, preparate l’impasto per le polpette. In una ciotola abbastanza capiente sbattete le uova ed aggiungete il pecorino grattugiato. Tritate la mollica di pane raffermo insieme al prezzemolo, versatela nel composto e lavorate il tutto aggiungendo un filo d’olio.

  3.  Quando avrete terminato di lavorare l’impasto, formate le “scescille”, usando entrambe le mani o aiutandovi con un cucchiaio, finché non assumeranno una forma allungata. Bagnando le mani potete evitare che si attacchino. Ponete le polpette nel tegame con il sugo e lasciatele cuocere delicatamente per 10-15 minuti, girandole delicatamente di tanto in tanto. Attenzione a non farle sfaldare!

 Verifica la disponibilità

A fine cottura lasciatele riposare qualche minuto e servitele con abbondante sugo e qualche fogliolina di basilico. Buon appetito!

  

Booking